L M M G V S D
 
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 
 

 


Servizio prenotazioni

Scavi Archeologici

Lunedì, 10 Settembre, 2018 - 08:30 - Venerdì, 21 Settembre, 2018 - 08:30

XI Campagna di Ricerca Archeologica

L’Archeoclub d’Italia sede Mentana-Monterotondo presenta l’XI campagna di scavo archeologico presso l’area archeologica della via Nomentum-Eretum in località Tor Mancina, all’interno della R.N. Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco (Monterotondo, RM) dal 10 al 21 settembre 2018, con la concessione della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Roma e con il parere favorevole del CREA – Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura.
L’Archeoclub è un’associazione culturale e di volontariato con finalità di carattere sociale, civile e culturale, senza fini di lucro ed a carattere nazionale, che si occupa di diffondere tra i cittadini ed in particolare fra i giovani e nella scuola l’interesse per l’Ambiente e i Beni Culturali, di promuoverne la conoscenza, la tutela e la valorizzazione e di organizzare corsi di arricchimento culturale.
La sede comprensoriale Mentana-Monterotondo, in particolare, è composta da giovani specializzati in archeologia, interessati ed attivi sia sul fronte della salvaguardia e della valorizzazione del patrimonio archeologico, sia su quello della sua diffusione e conoscenza.
La principale attività dell’Associazione è costituita dalla gestione dell’area archeologica della via Nomentum-Eretum in località Tor Mancina (Monterotondo, RM), all’interno della Riserva Naturale a gestione provinciale Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco, la prima ed unica area archeologica presente nel territorio di nostra competenza.
L’area archeologica conserva 140 m di basolato stradale antico, pertinente alla prosecuzione di una percorrenza romana, la via Nomentana, che dopo aver collegato l’Urbe al municipio di Nomentum (attuale Mentana), si ricongiungeva con l’antica via Salaria presso il sito sabino di Eretum. Lungo i lati dell’antica strada è emerso un vero e proprio sepolcreto di epoca romana imperiale, estremamente interessante per varietà e tipologia delle sepolture presenti: si va, infatti, da sepolture più povere, relative a uomini di rango schiavile, come quelle in semplice fossa terragna o con coperture alla cappuccina o alla mezza cappuccina, a sepolture più imponenti, come i sepolcri nn. 1-6, probabilmente pertinenti a personaggi di un certo rango che dovevano abitare le vicine villae rusticae, di cui il territorio era costellato. Da ultimo si segnalano anche una sepoltura ad incinerazione di cui sono stati eccezionalmente trovati i resti combusti della pira di legno dove è avvenuta la cremazione e la sepoltura intenzionale di un cane.
Giunta nel 2018 all’undicesimo anno di attività, la campagna si propone di approfondire la conoscenza dell'area archeologica in modo da comprenderne meglio il quadro storico estremamente articolato.
Lo scopo della campagna di ricerca sarà quello di proseguire le indagini sull’antico asse viario e sulla necropoli ad esso afferente; parallelamente le indagini continueranno in una nuova area di scavo, in un settore dell’area archeologica dove i lavori per la realizzazione di una fognatura hanno permesso la scoperta di setti murari, probabilmente appartenenti ad una villa romana.
Come sempre, l'attività archeologica sarà alternata con lezioni di antropologia, laboratori sui materiali rinvenuti ed escursioni nell'affascinante territorio circostante ed a Roma.

vedi locandina

 

 Info:
archeoclubmm@hotmail.com